Gallo in salmì
Ingredienti

1 gallo
1 costa di sedano
1 carota
2 scalogni
1 foglia di alloro
1 spicchio di aglio
salvia, timo, maggiorana
bacche di ginepro
vino rosso
burro
olio extravergine d’oliva
Marsala secco
2 cucchiai di polpa di pomodoro a cubetti
brodo
sale e pepe
Preparazione

Tagliate il gallo in 8 pezzi e sistemateli in un capace recipiente non metallico. Mondate sedano, carota e scalogni, tagliatene a pezzetti la metà e distribuiteli sul gallo. Aggiungete l’alloro spezzettato, l’aglio schiacciato, foglioline di salvia, timo e maggiorana e qualche bacca di ginepro leggermente pestata. Ricoprite a filo con il vino rosso e lasciate riposare per 3-4 ore, girando il gallo un paio di volte.

Trascorso questo tempo, sgocciolate i pezzi di gallo e asciugateli. Filtrate il liquido di marinatura. Tritate sedano, carota e scalogno tenuti da parte.
Scaldate poco olio e burro in un tegame che contenga esattamente i pezzi di gallo e fatevi appassire le verdure tritate.
Adagiatevi i pezzi di gallo e fateli rosolare a fuoco moderato per una decina di minuti, finché saranno dorati da entrambi i lati.
Spruzzate generosamente con il Marsala e fatelo evaporare a fuoco vivace. Versate nel tegame anche il vino della marinata, unite il pomodoro e mescolate.
Salate e pepate e cuocete a fuoco moderato per circa un paio d’ore o finché il gallo sarà tenero, aggiungendo eventualmente qualche cucchiaio di brodo (o acqua) se il fondo di cottura si restringesse eccessivamente.

Servite il gallo con la polenta o con purè di patate.