Anatra sugli “stracci”
Ingredienti

1 anatra tagliata a pezzi
fegatini dell’anatra
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla
1 mazzetto di prezzemolo
1 rametto di rosmarino
70 g di prosciutto toscano
olio extravergine d’oliva
1 bicchiere di vino rosso secco
800 g di polpa di pomodoro a cubetti
½ cucchiaino di semi di finocchio
sale e pepe

Per la pasta
200 g di farina tipo 1
2 uova
farina per infarinare
sale
Preparazione

Tritate, anche grossolanamente, sedano, carota, cipolla e prezzemolo. Tagliate il prosciutto a striscioline e a cubetti i fegatini dell’anatra.
Scaldate un paio di cucchiai di olio in una casseruola e fatevi dorare leggermente i pezzi di anatra a fuoco moderato. Unite anche il trito di verdure, il rosmarino e il prosciutto e proseguite la rosolatura per una decina di minuti, girando di tanto in tanto i pezzi di anatra.
Bagnate con il vino, alzate la fiamma e fatelo evaporare, girando un paio di volte i pezzi di anatra.
Aggiungete anche il pomodoro, i semi di finocchio e i fegatini, salate e pepate, mescolate con cura e fate cuocere a fuoco molto basso per almeno un paio d’ore, controllando ogni tanto che il fondo di cottura non attacchi.

Mentre l’anatra cuoce, preparate la pasta con gli ingredienti indicati e seguendo la ricetta “Lasagnette rustiche al ragù di pollo” (ricette di Primavera), ma ritagliando dalla sfoglia dei rettangoli di circa 3 x 5 cm.
Non appena l’anatra sarà ben tenera, togliete i pezzi dalla casseruola, eliminate eventuali ossi che si staccano dalla carne e tenete da parte coperto.
Scartate il rosmarino ed eventuali ossicini rimasti nella casseruola, poi passate il sugo al passaverdura con il disco a fori grandi.
Versate nella casseruola, regolate di sale e pepe e fate sobbollire per qualche minuto.
Mettete di nuovo i pezzi di anatra nel sugo e fate riscaldare il tutto.

Lessate la pasta in abbondante acqua alla quale avrete aggiunto 1 cucchiaio di olio perché gli “stracci” non si attacchino tra di loro, quindi scolatela e conditela con il sugo. Completate i piatti con i pezzi di anatra.

NOTA. Per avere un piatto più leggero, fate raffreddare l’anatra nel suo sugo prima di passarlo, in modo da poter asportare il grasso in superficie. Quindi, procedete come da ricetta.
Oppure spellate l’anatra prima di cucinarla, ma in questo modo la preparazione risulterà un po’ meno saporita.