Crème caramel
Ingredienti

1 litro di latte
350 g di zucchero
1 baccello di vaniglia
1 pezzetto di scorza di arancia
3 uova intere
10 tuorli

Per servire
frutta di stagione
Preparazione

Preparate il caramello.
In una casseruolina mescolate a fuoco basso 120 g di zucchero e 6 cucchiai di acqua finché lo zucchero sarà sciotlo. Lasciate poi sulla fiamma medio-bassa finché il caramello prende colore, senza più mescolare ma eventualmente scuotendo il recipiente.
Suddividete il caramello in 10 stampini per crème caramel del diametro di 5-6 cm.
Fate bollire il latte con 100 g di zucchero, la vaniglia tagliata a metà per il lungo e la scorza di arancia, poi filtrate e tenete al caldo.

Accendete il forno a 170 °C. Preparate il recipiente per il bagnomaria, tenendo pronta l’acqua bollente necessaria.
In una ciotola riunite uova, tuorli e lo zucchero rimasto e mescolate con la frusta, quanto basta per amalgamare gli ingredienti, ma senza montare il composto.
Versate lentamente a filo il latte caldo sul composto di uova, continuando a mescolare con la frusta con energia.
Suddividete il composto di uova negli stampini.
Allineateli nel recipiente per il bagnomaria nel quale verserete adagio l’acqua bollente facendola arrivare fino a circa ¾ di altezza degli stampini.
Infornate per circa 50-60 minuti. Controllate la cottura inserendo uno spiedino al centro di una crema: se ne esce asciutto potete togliere dal forno.
Lasciate raffreddare la crème nel bagnomaria, poi trasferite gli stampini in frigorifero e lasciateveli per qualche ora, meglio se fino al giorno dopo.

Per sformare la crema, staccatela dal bordo del recipiente con la punta di un coltello a lama sottile, appoggiate un piattino sullo stampino e capovolgete il tutto.
Completate con la frutta prima di servire.

Con gli albumi avanzati potete preparare delle piccole meringhe da servire con la crème caramel o con il caffè.
Pesate gli albumi, che devono essere a temperatura ambiente, e tenete pronto il doppio del loro peso di zucchero a velo setacciato.
Montateli con la frusta elettrica con un pizzico di sale, unendo metà dello zucchero a velo, poco alla volta. Quando il composto sarà molto sodo e lucido e formerà una specie di becco sollevando la frusta, amalgamate anche il restante zucchero a velo, un cucchiaio alla volta, e qualche goccia di succo di limone.
Prelevate il composto con il cucchiaino e allineate i mucchietti (2-3 cm di diametro) ben distanziati sulla placca rivestita con carta forno.
Cuocete le meringhe nel forno a 90-100 °C per un paio d’ore e con lo sportello leggermente socchiuso (inserite un cucchiaio di legno). Controllate che le meringhe siano ben asciutte, fatele raffreddare e chiudetele in una scatola di latta dove si conserveranno per parecchi giorni.